Categorie
Search Engine Optimization (IT)

Utilizzare il Bidding per le Parole Chiave nelle Strategie di Marketing Digitale

Utilizzare il Bidding per le Parole Chiave nelle Strategie di Marketing Digitale

Nozioni di base sul keyword bidding

Quando cercate e utilizzate il keyword bidding, noto anche come pubblicità sui motori di ricerca, ottenete che il vostro annuncio appaia in cima alla pagina dei risultati attraverso le ricerche organiche. Si tratta di un ibrido tra il modello di offerta pubblicitaria digitale PPC e il targeting delle parole chiave adattato dai motori di ricerca.
Quando si lancia una campagna PPC, non si acquistano parole chiave, ma si partecipa volontariamente a un’asta che si verifica ogni volta che un utente cerca una frase specifica. È qui che la piattaforma Google AdWords si rivela utile.

Gruppi di parole chiave

Gli inserzionisti scelgono un costo massimo per clic (CPC) per ogni parola chiave per assicurarsi che i loro annunci vengano visualizzati per primi quando gli utenti cercano il termine correlato. I motori di ricerca valutano la qualità dell’annuncio e della pagina di destinazione in base alla pertinenza con il termine/frase specifico.

Il ranking degli annunci viene classificato combinando il CPC massimo e i punteggi di qualità. Durante l’offerta, l’annuncio con il ranking più alto apparirà in cima, ma pagherà solo un prezzo di clic leggermente più alto rispetto all’annuncio che viene subito dopo.

{CTA_BANNER_BLOG_POST}

Strategia di offerta funzionale


– Definire le parole chiave di destinazione: prima di tutto, assicuratevi di costruire un elenco di parole chiave per gli annunci. La cosa migliore da fare è un progetto di ricerca di parole chiave in cui si scelgono le parole chiave rilevanti e i loro volumi di ricerca.

– Raggruppare le parole chiave: le parole chiave del gruppo si basano su due elementi principali: la pubblicità a cui si adattano e l’intento dell’utente che le utilizza. I gruppi di annunci possono formarsi come una disposizione naturale della vostra campagna.

– Determinare la granularità dell’offerta: è possibile impostare le offerte per ogni parola chiave, ma in molti casi ha più senso impostare un’offerta per ogni categoria di parole chiave o addirittura per l’intera campagna all’inizio. In seguito, si possono modificare in base alle prestazioni e alle modifiche dell’algoritmo.

Regolare l’offerta in base alle prestazioni. Una volta lanciata la campagna, riceverete un feedback sulla visibilità dei vostri annunci e sul loro CTR/CPC per annuncio e frasi chiave. Potrete utilizzare queste informazioni per modificare le vostre offerte in aumento o in diminuzione, in modo da soddisfare il pubblico target dei vostri annunci.

Elementi vantaggiosi per l’offerta di parole chiave


– Utilizzare annunci multipli: è possibile utilizzare più annunci all’interno di un gruppo di annunci. È preferibile creare, ad esempio, quattro annunci e farli ruotare per capire qual è quello che funziona meglio. Potete ripetere il test aggiungendo alternative agli annunci più efficaci e ripetere il processo.

– Non fare troppe modifiche: non dimenticate di raccogliere dati adeguati prima di apportare troppe modifiche. Essere pazienti può essere impegnativo, ma se si modificano troppe cose troppo frequentemente, non si sarà in grado di esaminare ciò che ha effettivamente funzionato e ciò che non ha funzionato.

– Utilizzate parole chiave negative: una volta che avete i dati relativi alle parole chiave nei vostri risultati di ricerca, potete filtrare i termini e le frasi irrilevanti. Se la parola chiave del vostro obiettivo è “fotoritocco online” e il vostro annuncio è apparso per “fotoritocco online gratuito”, potete rendere “gratuito” una parola chiave negativa per attirare solo le persone interessate almeno a provare i vostri servizi per la prova gratuita, il che consente di ottenere un buon lavoro di conversione.

– Aumentare il punteggio di qualità: l’offerta di parole chiave non è l’unica cosa che influenza la vostra campagna. Dovreste migliorare non solo i vostri annunci, ma anche l’esperienza complessiva dell’utente, compreso il suo comportamento dopo una rapida occhiata alla vostra pagina di destinazione. Maggiore è il punteggio di qualità e minore è il costo dei visitatori del vostro sito, migliore è l’esperienza dell’utente. Per non parlare dell’uso efficace del vostro budget complessivo per queste campagne.

Cosa offriamo


Per altri articoli simili, assicuratevi di scorrere le nostre pubblicazioni su Edana. E non dimenticate di controllare i nostri servizi per ottenere un’assistenza di livello esperto dalla vostra agenzia digitale svizzera. Le nostre competenze includono servizi di ottimizzazione dei motori di ricerca e molto altro. Non esitate a contattarci in qualsiasi momento!


Categorie
Search Engine Optimization (IT)

In che modo la Ricerca Organica migliora le Strategie di Marketing Digitale?

In che modo la Ricerca Organica migliora le Strategie di Marketing Digitale?

Cos’è la ricerca organica

La ricerca organica fa parte degli strumenti SEO che dovete acquisire per affrontare in modo specifico le strategie e le campagne di marketing meno performanti. La ricerca organica è una parte degli strumenti SEO che dovete acquisire per affrontare in modo specifico le strategie e le campagne di marketing meno performanti. Gli aspetti della SEO per la ricerca organica sono: parole chiave, link interni ed esterni, metodi di creazione dei contenuti e coerenza.

Prestazioni inferiori alla media

A volte si impiegano molte energie nella creazione di contenuti specifici, ma questi finiscono per essere disfunzionali o improduttivi. Potremmo ritrovarci a mettere in discussione l’intera strategia, ma nella maggior parte dei casi è la cruda rilevanza dei contenuti a rivelarsi un problema.

Tenete presente che gli algoritmi di ricerca di Google tendono a cambiare spesso e nel processo di creazione dei contenuti è fondamentale prestare attenzione a tali cambiamenti. Insieme all’algoritmo possono cambiare i valori di alcune parole chiave o i link possono semplicemente diventare irrilevanti nel momento in cui decidiamo di lanciare una campagna o di pubblicare un blogpost.

{CTA_BANNER_BLOG_POST}

Risultati della ricerca organica

Quindi, come possiamo controllare i risultati dei nostri contenuti e quali possono essere i risultati della ricerca organica? La ricerca organica delle parole chiave, ad esempio, mostra la pertinenza dei contenuti per gli utenti. Potete prendere nota di quelle meno performanti e ottimizzarle adeguatamente per migliorare la vostra SEO.

Inoltre, non solo le ricerche organiche indicano i contenuti meno performanti del vostro blog, ma anche le classifiche dei risultati di ricerca non pagati. I primi a comparire nelle SERP di Google sono gli annunci a pagamento. Il resto è costituito da ciò che appare naturalmente all’interno del volume di ricerca della frase chiave scelta.

Quindi, come possiamo migliorare le nostre classifiche nella ricerca organica e rimanere rilevanti per i nostri clienti potenziali e attivi?

Non confondere il motore di ricerca Google

Può sembrare un po’ buffo riuscire a confondere un motore di Google, ma è possibile ed ecco come fare:

Supponiamo che abbiate un sito web dedicato alla cosmesi e alla bellezza in generale. Ora che la maggior parte dei vostri contenuti principali è stata pubblicata e avete acquisito un buon posizionamento nel motore di ricerca, avete deciso di cambiare un po’ i contenuti. Forse, rendere più piccante il contenuto? O di dimostrare a quanti altri aspetti è collegato il vostro settore?

Il problema è non perdere di vista il fatto che i contenuti diventano irrilevanti per la descrizione generale e il contesto che il robot di Google ha individuato per il vostro sito web. Per fare un esempio ancora più specifico, supponiamo che abbiate deciso di iniziare a postare sul trucco durante la Seconda Guerra Mondiale.

In effetti, il trucco ha avuto un ruolo importante in quel periodo, ma se all’improvviso i vostri post sul blog vengono sovraccaricati di informazioni relative alla Seconda Guerra Mondiale e contengono pochissime parole chiave relative ai cosmetici, noterete dei cambiamenti nei vostri risultati di ricerca organici.

Il motivo è semplice: il vostro contenuto è diventato irrilevante per l’intero concetto di sito web. Beh, non è così facile sbagliare, ma in questo caso stiamo parlando di estremi. Quindi, per mantenere alti i punteggi e i risultati di ricerca organici, assicuratevi di non esagerare con i contenuti generali.

Conclusione

In sintesi, diciamo che la rilevanza è fondamentale per ottenere risultati di ricerca organici elevati. Assicuratevi di posizionare i link e le parole chiave nel posto giusto e nel giusto contesto, per evitare di comparire in ricerche irrilevanti e di rivolgersi a un pubblico completamente diverso da quello reale. Dopotutto, è anche molto probabile che il pubblico non interessato NON visiti il vostro sito web e questo influisce altrettanto sul vostro SEO.

Cosa offriamo

Per altri articoli simili, assicuratevi di scorrere le nostre pubblicazioni su Edana. E non dimenticate di controllare i nostri servizi per ottenere un’assistenza di livello esperto dalla vostra agenzia digitale svizzera. Le nostre competenze includono servizi di ottimizzazione dei motori di ricerca e molto altro. Non esitate a contattarci in qualsiasi momento!

Categorie
Search Engine Optimization (IT)

Vantaggi del Content Syndication Per le Vostre Comunicazioni Online

Vantaggi del Content Syndication Per le Vostre Comunicazioni Online

Che cos’è la syndication di contenuti?

In parole povere, la syndication di contenuti consiste nel ripubblicare i propri contenuti su diversi siti web. In questo modo è possibile aumentare la portata del pubblico. Tuttavia, aumentate anche la varietà generale del vostro pubblico. Tenete presente che un pubblico specifico potrebbe visitare il vostro sito web, ma potrebbe esserci un altro tipo di pubblico ancora ignaro del vostro sito web, ma interessato all’argomento della ricerca.

Aumentare il traffico del pubblico

Oltre ai vantaggi menzionati nel paragrafo precedente, la syndication dei contenuti può fare molto per il traffico online del vostro sito web. Ciò contribuirà ad aumentare la consapevolezza del vostro marchio. Senza contare che le strategie di content syndication sono estremamente efficienti dal punto di vista dei costi. Invece di bruciare le risorse di contenuti del vostro blog, provate a ripubblicarli e a conservare alcune idee per ulteriori argomenti.

Anche grandi aziende come il New York Times utilizzano la content syndication. Alcune aziende tendono a evitare di adottare una determinata strategia di contenuti, temendo che i loro contenuti possano essere vittime di plagio. Ma l’obiettivo principale è quello di indirizzare il pubblico verso il vostro sito web per ottenere informazioni più specifiche sugli argomenti.

{CTA_BANNER_BLOG_POST}

Sindacazione di contenuti di terze parti

Non solo è possibile diffondere i propri contenuti su diversi siti web e aumentare il traffico in questo modo, ma si può anche chiedere a diversi siti web come terze parti di diffondere i loro contenuti sul vostro blog. Ora, se per principio negate la pubblicazione di contenuti di terzi sul vostro sito web, ripensateci. La rotazione del traffico è come un’arma a doppia lama.

Una volta che avete diffuso i contenuti di terzi sul vostro blog, non solo i vostri clienti iniziano a visitare il loro blog, ma anche i loro utenti attivi iniziano a visitare il vostro. Certo, la fonte deve essere indicata e questo è esattamente ciò che funziona per voi e anche per le terze parti.

Inoltre, non dimenticate che è piuttosto difficile gestire un blog con più autori. A volte la coerenza stilistica dei contenuti diventa un po’ un problema. Se vedete un blogpost che si adatta perfettamente al vostro contenuto ideale, non c’è niente di male a chiedere l’autorizzazione alla diffusione a un influencer, per esempio. Anzi, è molto probabile che un individuo sia onorato da tale proposta e pubblichi un contenuto separato per promuovere il suo lavoro sul VOSTRO sito web!

Sindacato self-service

Un’altra cosa interessante della syndication è la possibilità di diffondere i propri contenuti. Ora, questo sembra un po’ fuori strada, ma non confondetevi. Ecco cosa comporta la syndication self-service:

Uno dei modi migliori per fare syndication self-service è quello di ripubblicare i vostri contenuti sulla piattaforma LinkedIn. È qui che avviene la maggior parte delle comunicazioni B2B. Inoltre, tenete presente che quando create un post su LinkedIn avete la possibilità di creare un articolo. In questo modo, non sembrerà un post poco professionale e non dovrete caricare un file Word o PDF. Questo è un ottimo modo per ripubblicare i vostri contenuti sul vostro account, ma su una piattaforma di pubblicazione diversa.

Strategie vincenti di syndication

– Pubblicate contenuti sindacati da post rilevanti sul vostro blog.

– Diffondete i vostri contenuti su blog rilevanti.

– Scrivete contenuti specifici per siti rilevanti.

– Ripubblicare i contenuti su piattaforme B2B.

Sindacato di contenuti per la SEO

A prima vista i contenuti sindacati possono sembrare quasi dispersivi e potremmo dubitare della loro funzionalità ai fini della SEO. L’aspetto positivo è che i contenuti sindacati non equivalgono a contenuti duplicati. Google sostiene infatti la strategia di syndication: basta assicurarsi di includere il link esterno al sito originale. Come abbiamo discusso dei link interni ed esterni in uno dei nostri articoli, usati correttamente non fanno altro che bene alla vostra qualità SEO.

Cosa offriamo

Per altri articoli simili, assicuratevi di scorrere le nostre pubblicazioni su Edana. E non dimenticate di controllare i nostri servizi per ottenere un’assistenza di livello esperto dalla vostra agenzia digitale svizzera. Le nostre competenze includono servizi di pianificazione della strategia digitale e molto altro. Non esitate a contattarci in qualsiasi momento!

Categorie
Search Engine Optimization (IT)

In che modo le Parole Chiave a Coda Lunga e a Coda Corta possono incrementare la vostra Presenza Online? 

In che modo le Parole Chiave a Coda Lunga e a Coda Corta possono incrementare la vostra Presenza Online? 

Frasi chiave

Le parole chiave a coda corta e a coda lunga sono altrimenti note come frasi chiave. Le frasi chiave aiutano a determinare al motore di ricerca Google il contenuto sintetico di un determinato post. Questo può essere dimostrato al meglio sul vostro blog/contenuto principale. Fondamentalmente la lunghezza delle code è determinata anche dalla quantità di parole contenute in una frase. Una quantità specifica di parole chiave può essere utile per scopi specifici e nei prossimi paragrafi discuteremo gli esempi di utilizzo corretto delle frasi chiave.

Parole chiave a coda corta

Le parole chiave a coda corta sono note anche come termini di testa. In genere sono composte da un massimo di tre parole chiave. Queste 1-3 parole dovrebbero coprire l’argomento generale. Queste frasi chiave tendono ad avere un volume di ricerca più elevato e hanno maggiori probabilità di comparire in numerose ricerche. Se l’obiettivo è aumentare il tasso di click, l’uso di parole chiave a coda corta è la soluzione migliore.

Parole chiave a coda lunga

Rispetto alle frasi chiave brevi, le parole chiave a coda lunga hanno un volume di ricerca inferiore. La caratteristica di queste frasi chiave è un approccio più specifico al motore di ricerca. Le frasi a coda lunga possono contenere fino a cinque parole chiave. Ancora una volta, a differenza delle frasi chiave brevi, se l’alto volume di ricerca NON è quello che state cercando, ma piuttosto un pubblico specifico che cerca un prodotto o un servizio molto specifico, le parole chiave a coda lunga sono una strada da percorrere in questo caso.

{CTA_BANNER_BLOG_POST}

Pianificazione delle frasi chiave

Ora, come azienda è molto probabile che non abbiate solo comunicazioni B2C, ma anche B2B. Logicamente potreste creare contenuti per i clienti e per le aziende partner separatamente. È qui che le frasi chiave differiscono tra i contenuti principali e le pubblicazioni generali.

Come ci piace sempre dire, la ricerca è la chiave. Per prima cosa è necessario capire cosa cercano specificamente un’azienda e un cliente e poi scegliere le frasi chiave in modo relativo. Anche gli assistenti SEO come Semrush possono essere di grande aiuto per capire le parole chiave e le statistiche di ricerca.

Esempi pratici sull’uso delle frasi chiave

Per fare un esempio pratico, supponiamo che abbiate un’attività di caffetteria. Fornite tutti i tipi di prodotti, compreso l’inventario per la preparazione del caffè. Inoltre, per variare i contenuti, diciamo che avete un locale fisico dove i clienti possono acquistare anche il caffè appena fatto.

Ora, stiamo creando contenuti per i clienti ed è il momento di scegliere alcune parole chiave. Proprio come abbiamo detto, quando si tratta di comunicazioni B2C per ottenere volumi di ricerca più elevati è meglio utilizzare parole chiave a coda corta. Queste frasi chiave possono essere ad esempio: “caffetteria locale”, “caffè fresco”, “miglior caffè locale” ecc. non più di 3 parole chiave in sintesi.

Ma se state creando contenuti su una piattaforma specifica per cause commerciali, le frasi chiave saranno diverse. In questo caso, non avete bisogno di un’altissima visibilità. Avete bisogno che i potenziali partner giusti vedano i vostri contenuti, giusto? Quindi, in questo caso, supponiamo che le vostre parole chiave a coda lunga siano le seguenti: “macchina da caffè di alta qualità”, “miglior inventario di caffè in ……”, “caffetteria di qualità” ecc.

Conclusione

Per riassumere tutte le informazioni di cui sopra, la scelta di frasi chiave più o meno lunghe è un’azione strategica. Tenete presente per chi state ottimizzando i vostri contenuti e per quali motivi. Le frasi chiave devono essere scelte in base al vostro obiettivo.

L’obiettivo può essere quello di ottenere risultati di ricerca elevati o specifici, a seconda del target di riferimento. In parole povere, le comunicazioni B2C si adattano meglio alle parole chiave a coda corta, mentre le comunicazioni B2B si adattano alle parole chiave a coda lunga.

Cosa offriamo

Per altri articoli simili, assicuratevi di scorrere le nostre pubblicazioni su Edana. E non dimenticate di controllare i nostri servizi per ottenere un’assistenza di livello esperto dalla vostra agenzia digitale svizzera. Le nostre competenze includono servizi di ottimizzazione dei motori di ricerca e molto altro. Non esitate a contattarci in qualsiasi momento!

Categorie
Search Engine Optimization (IT)

Usi del Black Hat e del White Hat SEO per il Marketing Digitale

Usi del Black Hat e del White Hat SEO per il Marketing Digitale

I cappelli nella SEO e il loro ABC

Forse la parte più divertente dei “cappelli” nella SEO è il modo in cui possiamo classificarli come eroi e cattivi. Questi cosiddetti cappelli ci dicono in un certo senso quale strategia SEO si trova nel lato oscuro e quale invece è più un eroe.

In generale, i cappelli della SEO definiscono il modo in cui la vostra ottimizzazione si sta svolgendo secondo le regole o sta facendo una curva più o meno grande. Beh, dire che si tratta di eroi e cattivi è forse una descrizione metaforica divertente, ma teniamo presente che tutte le strategie hanno bisogno di approcci individuali.

A volte, anche se il Black Hat SEO è disapprovato, potrebbe in realtà darci i risultati di cui abbiamo bisogno nel momento attuale. Rivediamo quindi il significato di questi cappelli.

SEO a cappello bianco

White hat SEO significa fondamentalmente ottimizzare il motore di ricerca secondo le linee guida della piattaforma e nel pieno rispetto delle regole. Non si bara e si hanno obiettivi a lungo termine con la propria campagna SEO.

{CTA_BANNER_BLOG_POST}

SEO da cappello nero

La SEO black hat implica pratiche più rischiose e non in linea con le regole e le linee guida. Può effettivamente svolgere il lavoro assegnatogli, ma temporaneamente. A differenza del white hat, il black hat non può essere utilizzato a meno che la strategia SEO non sia a breve termine.

Cosa sono le regole?

Per capire il concetto di regole, che in realtà sono considerate linee guida, possiamo fare riferimento alle “Quality Guidelines” di Google. Tenete presente che l’algoritmo cambia nel tempo e così anche le linee guida in corrispondenza di esso. In sostanza, scegliere un cappello significa lavorare con le linee guida o contro di esse.

Lo schema di base di un White Hat onesto consiste nel non cercare di imbrogliare il sistema. Usare le parole chiave è bello, ma immaginate di inserire le parole chiave nella vostra landing page senza una ragione specifica o adeguata.

Beh, potrebbe funzionare per un po’, ma quante centinaia e migliaia di spettatori ingannati riuscirete a gestire? È piuttosto disonesto e scomodo per voi come azienda sprecare incautamente il tesoretto di parole chiave.

Ma il Black Hat sembra così seducente

Eppure, il lato oscuro è troppo seducente per resistere a volte. Ora, rivediamo il punto di partenza della SEO black hat. È molto a breve termine e non ha alcuna prospettiva. Eppure, le classifiche SEO dovrebbero essere coerenti.

Cercando di ingannare il sistema, vi taglierete quasi il ramo su cui siete seduti, perché tali violazioni non passano davvero inosservate. Quando l’algoritmo cambierà, sarà più difficile risalire le classifiche. Quindi, perché fare questo alla vostra azienda?

Misterioso cappello grigio

Proprio come nei fumetti, quando i cattivi indossano il cappello nero e gli eroi quello bianco, c’è anche un tipo neutrale. Il punto di forza del cappello grigio è in realtà la tecnica mista.

Il Grey Hat SEO si avvicina alle linee guida sulla qualità, ma non ci arriva del tutto. Tuttavia, questa SEO non è fatale come quella a cappello nero. I risultati sono mediocri anche con le strategie SEO Grey Hat.

L’uso di tattiche SEO Grey Hat è qualcosa di cui non si può informare deliberatamente Google, ma anche se si viene scoperti, non è qualcosa per cui si viene penalizzati immediatamente. Si tratta di una linea confusa tra il bene e il male.

Scegliete il vostro cappello

Dopo tutte le discussioni fatte nei paragrafi precedenti su come funzionano i cappelli SEO, ora sta a voi scegliere quale scegliere. Opterete per opzioni radicali o vi orienterete verso una zona neutra?

Cosa offriamo

Per altri articoli simili, assicuratevi di scorrere le nostre pubblicazioni su Edana. E non dimenticate di controllare i nostri servizi per ottenere un’assistenza di livello esperto dalla vostra agenzia digitale svizzera. Le nostre competenze includono servizi di ottimizzazione dei motori di ricerca e molto altro. Non esitate a contattarci in qualsiasi momento!

Categorie
Online Advertizing (SEA/Display..) (IT) Search Engine Optimization (IT) Social Media Marketing (SMM) (IT)

Perché scegliere il marketing come servizio?

Perché scegliere il marketing come servizio?

Il marketing svolge un ruolo fondamentale per il successo di un’azienda. È un ottimo modo per far conoscere la propria attività e attirare nuovi clienti. Tuttavia, con il cambiare dei tempi, è cresciuta la richiesta di cambiamento del sistema di marketing. Al giorno d’oggi, tutto avviene tramite la tecnologia, quindi è necessario approfittarne.

È qui che entra in gioco il marketing as a service, che permette alle aziende di adottare approcci diversi e di far emergere tutto il loro potenziale.

Come funziona?

Assumete una società esterna che si occupi di servizi di marketing per voi. Voi continuate a occuparvi del progetto, ma non dovete occuparvi della parte esecutiva e dovete invece concentrarvi su questioni più urgenti di cui occuparvi. Questo tipo di società offre servizi quali:

  • Progettazione della campagna complessiva
  • Generazione di clienti
  • SEO
  • Integrazione dei dati analitici
  • Relazioni con il pubblico
  • Creazione di pagine di destinazione
  • Contenuti del sito web
  • Media sociali
  • Monitoraggio del ROI

Vantaggi del MaaS per le grandi aziende

A prima vista, potrebbe sembrare che il MaaS sia adatto solo alle start-up e alle piccole aziende, ma in realtà può essere vantaggioso anche per le imprese e le aziende in franchising. Di solito, i grandi marchi dispongono di un proprio team di marketing che si occupa di un’ampia gamma di mansioni, ma il marketing come servizio si rivela utile quando:

  • si entra in un nuovo mercato
  • si introduce un nuovo prodotto
  • si sperimenta una nuova tecnologia o un nuovo canale
  • Si fa qualcosa che esula dalle proprie competenze

{CTA_BANNER_BLOG_POST}

Funzioni perfette per il MaaS

Si potrebbe pensare che il MaaS si impadronirà presto di tutto, ma non è vero. Ci sono settori che necessitano di un marketing interno. L’aspetto migliore che contraddistingue il marketing as a service è la tecnologia, dato che non molti marketer ne sono esperti. Mentre il marketing interno continua a concentrarsi sulle funzioni principali, il MaaS può occuparsi del resto che può essere fatto solo attraverso la tecnologia, come ad esempio:

  • Sviluppo di contenuti
  • Presentazione dei contenuti
  • Progettazione di materiale di stampa
  • PR
  • Progettazione UI e UX
  • Lead scoring
  • Automazione del marketing
  • Programmi di generazione di interesse

Miglioramento dell’esecuzione del marketing

Il marketing come servizio può migliorare l’esecuzione del marketing in quattro modi:

  • Conoscenze

Il marketing as a service si avvale di molti professionisti che possiedono una serie di competenze che un marketer interno potrebbe non possedere.

  • Flessibilità

La capacità di cogliere le tendenze in evoluzione è molto importante per lo sviluppo dell’azienda. Il MaaS consente alle aziende di coinvolgere i clienti attuali e potenziali nella messaggistica minuto per minuto. Tutte le informazioni e i feedback ottenuti vengono archiviati nel cloud e utilizzati per migliorare l’azienda.

  • Un nuovo punto di vista

Essere presi dalla routine impedisce di vedere un quadro più ampio. Il MaaS permette di fare un passo indietro e di vedere l’efficacia delle campagne in corso. Vi dà la possibilità di verificare quali campagne stanno funzionando e vi mostra cosa si può fare per migliorare le altre e così via.

  • Migliore gestione del tempo

L’utilizzo di MaaS in aree non fondamentali aiuterà la vostra azienda ad aumentare la produttività e a risparmiare non solo tempo, ma anche molto denaro.

  • Valutazione delle esigenze aziendali

Prima di assumere un team di marketing as a service, dovreste innanzitutto scoprire quali competenze mancano al vostro team e stabilire un budget adeguato. In questo modo avrete un quadro chiaro di ciò che deve essere fatto.

Conclusione

Il marketing come servizio è un passo avanti di cui ogni azienda ha bisogno. Aiuta il vostro marchio ad adattarsi ai cambiamenti e vi avvantaggia nel lungo periodo.

Cosa ne pensate, il MaaS fa per voi?

Categorie
Search Engine Optimization (IT)

Che cos’è una Buyer Persona e come può aiutare la vostra azienda?

Che cos’è una Buyer Persona e come può aiutare la vostra azienda?

Prima di lanciare un progetto, le aziende conducono una ricerca di mercato per scoprire le tendenze attuali e i clienti ideali. La buyer persona vi aiuta a identificarli tra i clienti esistenti e, con l’aiuto della ricerca di mercato, a creare la giusta strategia di marketing.

Come si crea una buyer persona?

Ci sono 7 elementi da tenere in considerazione quando si crea una buyer persona:

  • Informazioni personali – età, sesso, luogo, istruzione, stato civile, ecc.
  • Informazioni professionali – settore, titolo di lavoro, dimensioni dell’azienda
  • Informazioni professionali specifiche – percorso di carriera, competenze speciali, ecc.
  • Obiettivi futuri – obiettivi personali e professionali, risoluzione dei problemi, priorità
  • Valori – valori professionali e personali
  • Preferenze personali – quali mezzi di comunicazione utilizzano, qual è la loro routine quotidiana e quali sono i loro hobby
  • Gli aspetti negativi – tutto ciò che non volete che il vostro cliente sia: estremamente esigente, non in grado di permettersi i vostri prodotti, ecc.

Dopodiché è necessario implementare il tutto. Ci sono diversi modi per ottenere le informazioni necessarie sui vostri clienti

  • Ottenere informazioni importanti utilizzando i campi dei moduli

Effettuare ricerche di mercato e verificare cosa piace o non piace ai vostri clienti utilizzando dei questionari.

  • Esaminare le interazioni di vendita e di marketing

Comunicare con i vostri clienti tramite e-mail o telefonate è uno dei modi migliori per creare il vostro buyer persona. Contattate ogni cliente per ottenere informazioni specifiche e, in seguito, confrontatele con quelle degli altri e decidete la vostra strategia di marketing.

  • Intervistate il vostro pubblico

Iniziate con il pubblico attuale e chiedete la sua opinione. Contattate i clienti che hanno smesso di utilizzare i vostri prodotti e servizi, chiedete loro il motivo e lavorate su di esso, ma non limitatevi a ottenere i feedback. Dopo averli implementati, contattate i lead, trovate nuovi clienti, offrite loro i vostri servizi, parlate del vostro auto-miglioramento. Il colloquio è il modo migliore per scoprire le tendenze attuali e vedere la differenza.

{CTA_BANNER_BLOG_POST}

Come utilizzare il vostro buyer persona?

Finora abbiamo parlato di come classificare le informazioni e ora è il momento di parlare dell’implementazione di queste informazioni. Esistono alcuni metodi per utilizzare il vostro buyer persona:

Restringere le informazioni

Dopo aver ricevuto così tante informazioni, è necessario classificarle, e questa è la parte più difficile. Dovete decidere quali informazioni includere o escludere e quali faranno brillare la vostra campagna di marketing. L’utilizzo dei risultati dell’intervista è il migliore. Per esempio, attraverso l’osservazione vedrete che la generazione più giovane preferisce ricevere le informazioni attraverso i social media, ma alcuni preferiscono le notifiche via e-mail. In questo caso, dovete scoprire quale fonte usano di più nel tempo libero e fornire le informazioni necessarie attraverso quella fonte.

Personalizzate i vostri imbuti di marketing

I clienti amano i contenuti personalizzati che sembrano fatti su misura per loro, quindi se state utilizzando una sola buyer persona, vi consigliamo di cambiarla e di utilizzare l’intervista che avete condotto come vantaggio per personalizzare i vostri imbuti di marketing.

Usate le buyer personas per attirare i clienti

Come? Le buyer personas hanno un proprio punteggio incorporato. Vi permettono di avere accesso alle informazioni personali del potenziale cliente e vi aiutano a determinare la sua idoneità a lungo termine.

Conclusione

Creare buyer personas è molto difficile e richiede tempo, ma tenete conto che la qualità delle informazioni parla meglio della quantità. Quindi, cosa aspettate a creare la vostra buyer persona! Se avete bisogno di aiuto, Edana è qui per voi.

Categorie
Search Engine Optimization (IT)

Cosa sono i lead e come si possono generare?

Cosa sono i lead e come si possono generare?

Ogni azienda ha i suoi clienti, che cercano cose specifiche a cui sono interessati e lasciano le loro informazioni per ulteriori acquisti o abbonamenti. Un lead è una persona o un’azienda interessata al vostro prodotto/servizio che ha lasciato le proprie informazioni personali per usufruire dei vostri servizi.

Esistono tre tipi di lead:

Lead basati su Internet

Le persone di tutto il mondo utilizzano Internet per scopi diversi, e per questo motivo si distinguono due tipi di clienti:

  • Lead caldi (inbound): sono persone interessate a un prodotto o servizio specifico e vi hanno trovato.
  • Lead freddi (outbound): sono quelli che si generano in base al proprio pubblico di riferimento.

{CTA_BANNER_BLOG_POST}

Leads basati su informazioni personali

Questo tipo consiste nelle informazioni che avete sui vostri potenziali clienti e si divide in due categorie:

  • Leads non arricchiti – sono quelli che non forniscono alcuna informazione specifica che mostri i loro interessi, ma forniscono solo nome, e-mail e numero di telefono.
  • Leads arricchiti – in cui vengono fornite informazioni specifiche come la posizione, ecc.

Leads in base alla loro qualificazione

Questi lead sono suddivisi in 3 categorie in base alla fase di acquisto in cui si trovano:

  • Lead qualificati per il marketing (MQL) – che sono interessati a voi, salvano le vostre informazioni, si iscrivono a voi, ma non vi contattano.
  • Lead qualificati per le vendite (SQL) – hanno manifestato interesse e sono stati contattati
  • Product qualified leads (PQL) – sono simili agli SQL, ma in questo caso si attivano per diventare vostri clienti, utilizzano innanzitutto il periodo di prova gratuito, ma vogliono anche ricevere le funzionalità a pagamento.

Che cos’è esattamente la lead generation?

La lead generation è il processo di ricerca e acquisizione di potenziali clienti per aumentare le vendite future. Bisogna tenere conto del fatto che non è possibile comunicare con i propri clienti, per questo il vostro obiettivo principale dovrebbe essere la generazione di lead di qualità, che vi aiuterà a:

  • Puntare al pubblico giusto: concentrarsi su un settore specifico che ha maggiori possibilità di acquistare i vostri prodotti o servizi sarà la mossa migliore. È efficiente in termini di tempo e a basso costo.
  • Costruire la consapevolezza del marchio: far conoscere la vostra azienda e i vostri prodotti è molto importante, non importa se sarete voi a contattare i clienti per primi o se saranno loro a contattarvi, ma tenete conto che possono diffondere la consapevolezza e portare più clienti a voi.
  • Ottenere dati specifici: generare lead significa ottenere informazioni sui vostri potenziali clienti, quindi conoscere i loro desideri e le loro esigenze può essere usato come un vantaggio rispetto ai vostri concorrenti e vi aiuterà non solo a migliorare le vostre prestazioni, ma anche ad aumentare le vostre vendite.
  • Aumentare le entrate: con una buona strategia di generazione di lead è possibile ottenere più entrate di quelle previste.

Conclusione

Generare lead è un lavoro impegnativo, ma a lungo andare ripaga e fornisce alla vostra azienda un quadro chiaro della direzione da seguire per attirare più clienti.

Categorie
Search Engine Optimization (IT)

Errori che le compagnie di assicurazione devono evitare nell’uso della SEO

Errori che le compagnie di assicurazione devono evitare nell’uso della SEO

Siamo tutti d’accordo sul fatto che far crescere una compagnia assicurativa può essere difficile. Con l’avanzare della tecnologia, dovete fornire servizi ai clienti in modo da distinguervi dalla concorrenza.

Forse conoscete bene la vostra attività assicurativa, ma il mondo digitale è nuovo per voi, ed è qui che avete bisogno di un’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO), ma se non avete esperienza e la usate in modo incauto può ritorcersi contro di voi. Lavorare su informazioni non pertinenti e non fornire quelle necessarie può mettere la vostra agenzia in una situazione difficile, gli errori SEO possono bloccare la crescita dell’azienda. Dovete evitare di commettere errori costosi se volete migliorare il traffico del vostro sito web e aumentare il ROI.

Gli errori SEO non solo bloccano la crescita dell’agenzia, ma vi mettono anche in una situazione difficile dal punto di vista finanziario, perché se non riuscite a ottimizzare il vostro sito web, anche il numero di visitatori rimarrà invariato invece di crescere.

Ecco alcuni degli errori più comuni che le agenzie assicurative commettono:

Duplicazione

I contenuti che appaiono più di una volta sul web e che si trovano all’interno di un unico sito web sono chiamati duplicati, il che può avere un impatto sul vostro posizionamento. Per evitarlo basta usare la canonicalizzazione, che significa convertire in forma “standard” i dati che hanno più di una rappresentazione.

{CTA_BANNER_BLOG_POST}

Citazioni errate

Molte aziende commettono errori di citazioni illegittime; se ci sono pagine online che contengono informazioni errate, l’azienda potrebbe avere qualche problema. Controllare tutto può richiedere molto tempo, ma è meglio essere sicuri che dispiaciuti.

Sito web non facile da usare

Un altro fattore importante da considerare è che il sito web non deve essere lento e difficile da usare. Se così fosse, i clienti si spazientiranno e se ne andranno; inoltre, i motori di ricerca tengono conto anche di parametri come la frequenza di rimbalzo, quindi se non funziona perfettamente avrà un’influenza sulla vostra azienda.

Non avere una chiara strategia di marketing

Prima di intraprendere qualsiasi azione, è necessario avere una chiara strategia di marketing assicurativo, studiare i propri clienti e rispondere alle loro esigenze. Senza una buona strategia, non sarà possibile mantenere i clienti fedeli e trovare quelli potenziali.

Collegatevi con i professionisti SEO

Gli errori si possono fare, ma alcuni hanno conseguenze enormi, che possono costare la vostra attività, quindi rendersi conto degli errori e trovare una soluzione è un passo avanti verso il successo. Farsi aiutare da professionisti è il modo migliore per ottenere buoni risultati. In Edana, il nostro team di esperti vi aiuta a portare il vostro sito web in cima ai risultati di Google, grazie ai nostri diversi servizi SEO.

In conclusione

Abbiamo visto che non è facile far crescere un’azienda online. Ci sono molti fattori da prendere in considerazione. Sappiamo tutti che soddisfare il cliente è l’obiettivo principale, ma la qualità dei prodotti che offrite non è l’unico criterio con cui vi scelgono. I clienti considerano anche i servizi e le informazioni che fornite, grazie ai quali sono in grado di entrare in contatto con voi e di scegliervi al posto di un concorrente. Sapere come influenzare le opinioni dei clienti utilizzando la SEO sarà vantaggioso per la vostra agenzia assicurativa.

Categorie
Search Engine Optimization (IT)

Come Utilizzare La Ricerca Multimodale Per Ottenere Maggiori Prestazioni SEO?

Come Utilizzare La Ricerca Multimodale Per Ottenere Maggiori Prestazioni SEO?

Nozioni di base sulla ricerca multimodale

Fondamentalmente, la ricerca multimodale combina gli aspetti della ricerca per parole chiave, per concetti e per esempi. Può anche coinvolgere lo sviluppo di motori di ricerca multilingue e, naturalmente, elementi di ricerca multimediali come foto, video e audio. Ora, per chiarire meglio il concetto, esaminiamo le diverse possibilità di utilizzare la strategia di ricerca multimodale a vantaggio del nostro SEO.

Contenuti multifunzionali

Prima di iniziare con la ricerca multimodale, è necessario disporre di contenuti diversificati. Ora che abbiamo menzionato così tanti mezzi di contenuto, è importante sapere come possono essere navigati attraverso i motori di ricerca generali per apparire in più canali diversi.

Ricerca multilingue

In questo caso, prendiamo l’esempio base dei contenuti testuali del vostro blog. È bello che i clienti siano coinvolti e, se non conoscono la lingua che avete scelto, possono sempre fare riferimento a google translate. Tuttavia, l’opzione migliore per aumentare i risultati SEO sarebbe quella di fornire già le versioni multilingue sul vostro sito web.

{CTA_BANNER_BLOG_POST}

Ecco come funziona: avete almeno due opzioni linguistiche per il vostro sito web originale. Quando scrivete un blogpost o un contenuto di base, assicuratevi di fornire copie in entrambe le lingue. Fornite un URL per entrambi i post nelle loro lingue specifiche con le parole chiave rilevanti per quel pubblico nativo.

Questo ovviamente raddoppia il lavoro di blogging, ma sicuramente raddoppia anche i profitti SEO.

Ricerca per concetti

Finora, in uno dei nostri articoli abbiamo parlato dell’importanza dei link esterni nei vostri contenuti. Ecco come aiutano ad acquisire una strategia di ricerca concettuale. Il motivo principale per cui si utilizzano i link esterni nei contenuti è aiutare il motore di ricerca a capire qual è lo scopo del post. Di quali idee o concetti si tratta. Quindi, assicuratevi di utilizzare link esterni pertinenti per indirizzare i vostri potenziali clienti verso il vostro contenuto attraverso le linee generali del suo concetto.

Esempio di ricerca

Se scrivete regolarmente dei contenuti, dovreste sapere che nel vostro blogpost o nei contenuti testuali dei social media è necessario inserire almeno una frase comparativa o esemplificativa. Questi elementi nella scrittura di contenuti aiutano gli spettatori interessati a trovare determinate parole chiave nel corpo del contenuto senza concentrarsi solo sui titoli, quindi assicuratevi di presentare alcuni confronti ed esempi nel vostro testo la prossima volta.

Ricerca multi-mediale

Ora, i media che dominano i motori di ricerca sono generalmente le foto. Prima ancora di cliccare sul video o sul contenuto audio eventualmente disponibile, abbiamo bisogno di un piccolo assaggio di ciò che stiamo per vedere, giusto? Quando create un tipo specifico di contenuto, non dimenticate di modificare l’immagine in primo piano in modo da renderla compatibile con la SEO. Ecco come funziona:

Quando aggiungete un’immagine in primo piano per il vostro contenuto, è molto probabile che compaiano dei grafici che vi chiedono di spiegare l’immagine e di aggiungere il cosiddetto testo Alt. Spiegare l’immagine vi aiuta a utilizzare le parole chiave necessarie in più mezzi. Alcune piattaforme offrono una formulazione semplice, mentre altre richiedono una certa conoscenza della codifica, ma è comunque gestibile.

Per quanto riguarda il testo ALT, ecco perché è utile. La funzione ALT text aiuta letteralmente a comandare il motore su quando e dove far apparire l’immagine. Supponiamo che abbiate un’immagine su un contenuto che riguarda la ricetta dei croissant. Caricate un’immagine (preferibilmente royalty free) e ordinate nel testo ALT di apparire nella SERP di Google quando viene cercata “Ricetta del croissant francese” o “Ricetta del croissant reale”.

Le ricerche sui clienti e le ricerche sulle parole chiave condotte in precedenza vi aiuteranno a capire come controllare meglio queste strategie di ricerca, quindi non trattenetevi dall’utilizzare al meglio le funzioni dei motori di ricerca.

Cosa offriamo

Per altri articoli simili, assicuratevi di scorrere le nostre pubblicazioni su Edana. E non dimenticate di controllare i nostri servizi per ottenere un’assistenza di livello esperto dalla vostra agenzia digitale svizzera. Le nostre competenze includono servizi di ottimizzazione dei motori di ricerca e molto altro. Non esitate a contattarci in qualsiasi momento!