Categorie
Featured-Post-SEO-IT Search Engine Optimization (IT)

In che modo la Ricerca Organica migliora le Strategie di Marketing Digitale?

In che modo la Ricerca Organica migliora le Strategie di Marketing Digitale?

Cos’è la ricerca organica

La ricerca organica fa parte degli strumenti SEO che dovete acquisire per affrontare in modo specifico le strategie e le campagne di marketing meno performanti. La ricerca organica è una parte degli strumenti SEO che dovete acquisire per affrontare in modo specifico le strategie e le campagne di marketing meno performanti. Gli aspetti della SEO per la ricerca organica sono: parole chiave, link interni ed esterni, metodi di creazione dei contenuti e coerenza.

Prestazioni inferiori alla media

A volte si impiegano molte energie nella creazione di contenuti specifici, ma questi finiscono per essere disfunzionali o improduttivi. Potremmo ritrovarci a mettere in discussione l’intera strategia, ma nella maggior parte dei casi è la cruda rilevanza dei contenuti a rivelarsi un problema.

Tenete presente che gli algoritmi di ricerca di Google tendono a cambiare spesso e nel processo di creazione dei contenuti è fondamentale prestare attenzione a tali cambiamenti. Insieme all’algoritmo possono cambiare i valori di alcune parole chiave o i link possono semplicemente diventare irrilevanti nel momento in cui decidiamo di lanciare una campagna o di pubblicare un blogpost.

{CTA_BANNER_BLOG_POST}

Risultati della ricerca organica

Quindi, come possiamo controllare i risultati dei nostri contenuti e quali possono essere i risultati della ricerca organica? La ricerca organica delle parole chiave, ad esempio, mostra la pertinenza dei contenuti per gli utenti. Potete prendere nota di quelle meno performanti e ottimizzarle adeguatamente per migliorare la vostra SEO.

Inoltre, non solo le ricerche organiche indicano i contenuti meno performanti del vostro blog, ma anche le classifiche dei risultati di ricerca non pagati. I primi a comparire nelle SERP di Google sono gli annunci a pagamento. Il resto è costituito da ciò che appare naturalmente all’interno del volume di ricerca della frase chiave scelta.

Quindi, come possiamo migliorare le nostre classifiche nella ricerca organica e rimanere rilevanti per i nostri clienti potenziali e attivi?

Non confondere il motore di ricerca Google

Può sembrare un po’ buffo riuscire a confondere un motore di Google, ma è possibile ed ecco come fare:

Supponiamo che abbiate un sito web dedicato alla cosmesi e alla bellezza in generale. Ora che la maggior parte dei vostri contenuti principali è stata pubblicata e avete acquisito un buon posizionamento nel motore di ricerca, avete deciso di cambiare un po’ i contenuti. Forse, rendere più piccante il contenuto? O di dimostrare a quanti altri aspetti è collegato il vostro settore?

Il problema è non perdere di vista il fatto che i contenuti diventano irrilevanti per la descrizione generale e il contesto che il robot di Google ha individuato per il vostro sito web. Per fare un esempio ancora più specifico, supponiamo che abbiate deciso di iniziare a postare sul trucco durante la Seconda Guerra Mondiale.

In effetti, il trucco ha avuto un ruolo importante in quel periodo, ma se all’improvviso i vostri post sul blog vengono sovraccaricati di informazioni relative alla Seconda Guerra Mondiale e contengono pochissime parole chiave relative ai cosmetici, noterete dei cambiamenti nei vostri risultati di ricerca organici.

Il motivo è semplice: il vostro contenuto è diventato irrilevante per l’intero concetto di sito web. Beh, non è così facile sbagliare, ma in questo caso stiamo parlando di estremi. Quindi, per mantenere alti i punteggi e i risultati di ricerca organici, assicuratevi di non esagerare con i contenuti generali.

Conclusione

In sintesi, diciamo che la rilevanza è fondamentale per ottenere risultati di ricerca organici elevati. Assicuratevi di posizionare i link e le parole chiave nel posto giusto e nel giusto contesto, per evitare di comparire in ricerche irrilevanti e di rivolgersi a un pubblico completamente diverso da quello reale. Dopotutto, è anche molto probabile che il pubblico non interessato NON visiti il vostro sito web e questo influisce altrettanto sul vostro SEO.

Cosa offriamo

Per altri articoli simili, assicuratevi di scorrere le nostre pubblicazioni su Edana. E non dimenticate di controllare i nostri servizi per ottenere un’assistenza di livello esperto dalla vostra agenzia digitale svizzera. Le nostre competenze includono servizi di ottimizzazione dei motori di ricerca e molto altro. Non esitate a contattarci in qualsiasi momento!

Categorie
Featured-Post-SEO-IT Search Engine Optimization (IT)

In che modo le Parole Chiave a Coda Lunga e a Coda Corta possono incrementare la vostra Presenza Online? 

In che modo le Parole Chiave a Coda Lunga e a Coda Corta possono incrementare la vostra Presenza Online? 

Frasi chiave

Le parole chiave a coda corta e a coda lunga sono altrimenti note come frasi chiave. Le frasi chiave aiutano a determinare al motore di ricerca Google il contenuto sintetico di un determinato post. Questo può essere dimostrato al meglio sul vostro blog/contenuto principale. Fondamentalmente la lunghezza delle code è determinata anche dalla quantità di parole contenute in una frase. Una quantità specifica di parole chiave può essere utile per scopi specifici e nei prossimi paragrafi discuteremo gli esempi di utilizzo corretto delle frasi chiave.

Parole chiave a coda corta

Le parole chiave a coda corta sono note anche come termini di testa. In genere sono composte da un massimo di tre parole chiave. Queste 1-3 parole dovrebbero coprire l’argomento generale. Queste frasi chiave tendono ad avere un volume di ricerca più elevato e hanno maggiori probabilità di comparire in numerose ricerche. Se l’obiettivo è aumentare il tasso di click, l’uso di parole chiave a coda corta è la soluzione migliore.

Parole chiave a coda lunga

Rispetto alle frasi chiave brevi, le parole chiave a coda lunga hanno un volume di ricerca inferiore. La caratteristica di queste frasi chiave è un approccio più specifico al motore di ricerca. Le frasi a coda lunga possono contenere fino a cinque parole chiave. Ancora una volta, a differenza delle frasi chiave brevi, se l’alto volume di ricerca NON è quello che state cercando, ma piuttosto un pubblico specifico che cerca un prodotto o un servizio molto specifico, le parole chiave a coda lunga sono una strada da percorrere in questo caso.

{CTA_BANNER_BLOG_POST}

Pianificazione delle frasi chiave

Ora, come azienda è molto probabile che non abbiate solo comunicazioni B2C, ma anche B2B. Logicamente potreste creare contenuti per i clienti e per le aziende partner separatamente. È qui che le frasi chiave differiscono tra i contenuti principali e le pubblicazioni generali.

Come ci piace sempre dire, la ricerca è la chiave. Per prima cosa è necessario capire cosa cercano specificamente un’azienda e un cliente e poi scegliere le frasi chiave in modo relativo. Anche gli assistenti SEO come Semrush possono essere di grande aiuto per capire le parole chiave e le statistiche di ricerca.

Esempi pratici sull’uso delle frasi chiave

Per fare un esempio pratico, supponiamo che abbiate un’attività di caffetteria. Fornite tutti i tipi di prodotti, compreso l’inventario per la preparazione del caffè. Inoltre, per variare i contenuti, diciamo che avete un locale fisico dove i clienti possono acquistare anche il caffè appena fatto.

Ora, stiamo creando contenuti per i clienti ed è il momento di scegliere alcune parole chiave. Proprio come abbiamo detto, quando si tratta di comunicazioni B2C per ottenere volumi di ricerca più elevati è meglio utilizzare parole chiave a coda corta. Queste frasi chiave possono essere ad esempio: “caffetteria locale”, “caffè fresco”, “miglior caffè locale” ecc. non più di 3 parole chiave in sintesi.

Ma se state creando contenuti su una piattaforma specifica per cause commerciali, le frasi chiave saranno diverse. In questo caso, non avete bisogno di un’altissima visibilità. Avete bisogno che i potenziali partner giusti vedano i vostri contenuti, giusto? Quindi, in questo caso, supponiamo che le vostre parole chiave a coda lunga siano le seguenti: “macchina da caffè di alta qualità”, “miglior inventario di caffè in ……”, “caffetteria di qualità” ecc.

Conclusione

Per riassumere tutte le informazioni di cui sopra, la scelta di frasi chiave più o meno lunghe è un’azione strategica. Tenete presente per chi state ottimizzando i vostri contenuti e per quali motivi. Le frasi chiave devono essere scelte in base al vostro obiettivo.

L’obiettivo può essere quello di ottenere risultati di ricerca elevati o specifici, a seconda del target di riferimento. In parole povere, le comunicazioni B2C si adattano meglio alle parole chiave a coda corta, mentre le comunicazioni B2B si adattano alle parole chiave a coda lunga.

Cosa offriamo

Per altri articoli simili, assicuratevi di scorrere le nostre pubblicazioni su Edana. E non dimenticate di controllare i nostri servizi per ottenere un’assistenza di livello esperto dalla vostra agenzia digitale svizzera. Le nostre competenze includono servizi di ottimizzazione dei motori di ricerca e molto altro. Non esitate a contattarci in qualsiasi momento!

Categorie
Featured-Post-SEO-IT Search Engine Optimization (IT)

Perché I Contenuti Di Base Sono Importanti Per La Vostra Strategia Di Web Marketing?  

Perché I Contenuti Di Base Sono Importanti Per La Vostra Strategia Di Web Marketing?  

Definizione di contenuto fondamentale

Il Cornerstone Content è il cuore delle vostre strategie di marketing digitale. Si tratta, ad esempio, dei blogpost, che contengono contenuti con parole chiave specifiche che vi aiutano a comparire nei motori di ricerca e, se usati correttamente, a salire nelle classifiche. In pratica create articoli coerenti che poi ottimizzate e rendete SEO friendly.

La pietra angolare della capacità di contenuto

Proprio come tutto il resto – contenuti visivi e testuali indirizzati alle vostre comunicazioni di marketing digitale – anche i Cornerstone Content hanno i loro standard. Le parole chiave giocano un ruolo fondamentale, quindi esaminiamo tutte le fasi della creazione di un CS Content su misura per la funzionalità SEO.

{CTA_BANNER_BLOG_POST}

Ricerca di esempi

Tenete presente che non siete gli unici nel settore, quindi è naturale che altri marchi e aziende scrivano di argomenti simili. Un modo per capire cosa funziona è diventare un ricercatore per un po’ di tempo. Se avete già delle parole chiave che volete utilizzare, cercatele su Google e vedete quali contenuti (non sponsorizzati) compaiono per primi. Date un’occhiata ai loro contenuti e analizzateli, perché potrebbero essere così efficaci.

Lunghezza del contenuto

Anche in questo caso la ricerca ha un ruolo fondamentale. Date un’occhiata alla quantità generale di parole che i diversi blog utilizzano per i loro contenuti su argomenti specifici. A seconda del numero di parole chiave che si desidera utilizzare in un determinato articolo, potrebbe essere necessario scrivere il testo di una lunghezza specifica e con uno stile di scrittura specifico. In generale, si consiglia di utilizzare fino a 8-9 parole chiave efficaci.

Regolare le classifiche

Come già detto nei paragrafi precedenti, la chiave è la coerenza. Non potete scrivere un articolo qua e là e aspettarvi che vi dia alte classifiche SEO. Ad esempio, consideriamo l’algoritmo di TikTok, che tra l’altro non è così complicato come gli utenti vogliono credere. Il punto è postare contenuti quotidianamente. Stabilite il minimo indispensabile per voi stessi e trovate il tempo per farlo ogni giorno. TikTok è una piattaforma di contenuti video. Ora, non importa quanto sia grande il vostro contenuto video, se postate solo una o due volte alla settimana, è molto improbabile che quel contenuto diventi virale. In effetti, è piuttosto difficile pensare a nuove idee su base giornaliera, ma questa è la sfida che dovete vincere. Non siate timidi nel dare un’occhiata ai contenuti degli altri. Non dovete inventare qualcosa di nuovo, ma presentare un determinato argomento noto nel vostro modo unico per il VOSTRO pubblico di riferimento.

Risultati duraturi con i contenuti di base

Per fare in modo che il vostro cornerstone content abbia un successo duraturo, dovete considerare che il contenuto deve essere adatto a qualsiasi momento in cui deve essere ricercato. A volte è necessario aggiornare vecchi articoli e ripubblicarli. Anche questo può essere un repurposing dei vostri contenuti. Evitate, ad esempio, di utilizzare date molto specifiche. Se, ad esempio, avete una serie di articoli che includono troppe date, probabilmente l’anno prossimo il lettore non vorrà più cliccare sul link. Siamo sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo, quindi se avete un contenuto che dichiara specificamente che è per l’anno 2019, il pubblico non si prenderà nemmeno la briga di risparmiare la curiosità. In questo modo, i vostri contenuti di punta faranno sempre fatica a rimanere in alto nelle classifiche.

Generare questi elementi per un contenuto Google Friendly

– Parole chiave e ancora parole chiave.

– Titoli che includono frasi chiave

– Pagina di atterraggio SEO

– Contenuti correlati

Cosa offriamo

Per altri articoli simili assicuratevi di scorrere le nostre pubblicazioni su Edana. E non dimenticate di controllare i nostri servizi per ottenere un’assistenza di livello esperto dalla vostra agenzia digitale svizzera. Le nostre competenze includono l’ottimizzazione per i motori di ricerca e molto altro. Non esitate a contattarci in qualsiasi momento!